Francesca Santucci

 

SEMPRE CARE MI SIETE OMBRE ANTICHE

(Antologia AA.VV., "La Solitudine degli Scrittori", Kimerik 2020)

 

 

Sempre care mi siete ombre antiche

che puntuali  nella notte oscura

menzognere m’apparite

dai vostri bui sepolcri risorgendo.

 

Simili a sciami d’api  su corolle

nella mia mente in danza  v’affollate.

Poi alle prima luci dell’alba svanite

lasciandomi afflitta e derelitta.

 

Una vaga malinconia nel cuore resta,

un desiderio ardente, una speranza  folle:

pur se fallaci, illusorie e vane,

sperare ancora nei sogni di trovarvi.

 

 

 

@ 

 

Back